Condizioni assicurative

Assicurazione

 

 

INFORTUNI DEI TESSERATI

L’assicurazione infortuni dei tesserati ACSI CICLISMO viene prestata in ottemperanza al Decreto 3 novembre 2010, in Gazzetta Ufficiale 20 dicembre 2010 n° 296 attuativo della Legge 27 dicembre 2002 n. 289, e successive modificazioni e integrazioni, che ha introdotto l’Assicurazione obbligatoria per gli sportivi dilettanti.
Ciò premesso al momento dell’attivazione del cartellino (dalle ore 24 del giorno del rilascio) l’assicurazione viene prestata per gli infortuni che i Tesserati ACSI CICLISMO subiscano nella qualità di:

  •  Cicloturisti e Amatori, durante qualsiasi gara, manifestazione, gita, raduno, corsi, riunioni e assemblee che siano organizzati dalla Contraente o da sue Società affiliate, nonché durante allenamenti collettivi o individuali; i Cicloturisti e Amatori sono assicurati, in quanto incaricati dal proprio Responsabile Provinciale, anche quando svolgono mansioni di Dirigenti, Giudici di Gara, Direttori di Gara, Direttori Sportivi, Direttori di Organizzazione, Motostaffettisti, Soci.
  • Soci, Motostaffettisti, Direttori di Organizzazione, Dirigenti, Giudici, Direttori di Gara e Direttori Sportivi, durante la partecipazione ad allenamenti individuali o collettivi anche nelle manifestazioni organizzate da ACSI Ciclismo e dai suoi Organi periferici, o mentre prestano la loro opera a corsi, riunioni, assemblee, raduni e manifestazioni sportive che siano organizzati dalla Contraente o da Organi periferici della stessa; per i Tesserati in qualità di Soci, Motostaffettisti, Direttori di Organizzazione, Dirigenti, Giudici, Direttori di Gara e Direttori Sportivi l’assicurazione è operante anche quando gli stessi, nell’ambito del regolamento ACSI CICLISMO, si scambino le mansioni; l’assicurazione non è operante qualora i predetti Tesserati svolgessero attività cicloturistiche o amatoriali.

Si precisa che i Tesserati di cui ai precedenti punti si intendono assicurati anche:

  • durante la loro partecipazione a manifestazioni, raduni, gite, allenamenti (senza alcuna limitazione oraria), corsi, riunioni e assemblee che siano organizzati da altri Enti, Federazioni o Associazioni per le attività cicloturistiche e amatoriali durante il percorso, con qualsiasi mezzo escluso in ogni caso i mezzi aerei o subacquei, dalla propria abitazione al luogo ove si svolgono le manifestazioni e nel percorso di ritorno.
  • durante le indispensabili azioni preliminari e finali di ogni gara od allenamento ufficiale, ovvero in occasione dell’espletamento delle attività proprie della qualifica di tecnico o dirigente rivestita nell’ambito dell’ACSI Ciclismo.

Sono inoltre compresi gli infortuni subiti dai tesserati ACSI Ciclismo in qualità di addetto al servizio d’Ordine di manifestazioni sportive organizzate dalla Contraente o da sue Società Affiliate.

I limiti territoriali per la polizza infortuni sono:

  • per i cittadini stranieri e per i cittadini italiani residenti all’estero, l’assicurazione è prestata unicamente durante manifestazioni, raduni, gare, gite, allenamenti, corsi, riunioni e assemblee che si svolgono in Italia, nel loro paese di residenza e nei paesi della Comunità Europea;
  • per tutti gli altri Tesserati, cioè per i cittadini italiani residenti in Italia, l’assicurazione è prestata in tutto il mondo durante la loro partecipazione a manifestazioni, raduni, gare, gite, allenamenti, corsi, riunioni e assemblee, anche se organizzati da Società o Enti esteri.
    Si conferma l’esonero dal denunciare infermità, difetti fisici o mutilazioni da cui gli Assicurati fossero affetti al momento della stipulazione della polizza o che dovessero in seguito sopravvenire. In questi casi, l’indennizzo per danni fisici verrebbe liquidato per le sole conseguenze dirette cagionate dall’evento.

 

RESPONSABILITA’ CIVILE VERSO TERZI

Per quanto riguarda la Responsabilità civile del tesserato, sempre al momento dell’attivazione del cartellino (dalle ore 24 del giorno del rilascio) l’assicurazione viene prestata per il risarcimento dei danni involontariamente cagionati a terzi dal tesserato ACSI Ciclismo durante qualsiasi gara, manifestazione, gita o raduno che siano organizzati dalla contraente, da società affiliate o da altre organizzazioni o associazioni per le attività cicloturistiche e amatoriali. L’assicurazione vale anche per la Responsabilità Civile derivante al tesserato ACSI Ciclismo durante la partecipazione ad allenamenti collettivi o individuali e in relazione al possesso del relativo cartellino di “Maestro, Accompagnatore o Guida ma anche MTB Master, MTB Coach o MTB Instructor (nuove tipologie tecniche” durante l’attività di accompagnatore, istruttore, sorvegliante designato da società sportive regolarmente affiliate alla contraente quando si trovino incaricati a condurre o organizzare corsi di ciclismo o di mountain bike aperti a tesserati ACSI Ciclismo e non. S’intende operante l’assicurazione anche nel caso vi sia scambio di mansione o qualifiche tra tesserati, purché lo scambio sia consentito dal regolamento ACSI Ciclismo o autorizzato dai relativi Responsabili Provinciali.

Si osserva che qualora l’attività esercitata dai possessori della tessera di Maestro, Accompagnatore e/o Guida ricada nell’ambito del Decreto Ministeriale relativo all’ obbligatorietà della certificazione sanitaria è obbligatorio il possesso del certificato medico così come previsto dalla legge.

Si sottolinea che la copertura assicurativa non copre i partecipanti alle pedalate ma esclusivamente il possessore della tessera.
A regolamentazione di quanto sopra, i Responsabili Provinciali possono rilasciare, a tesserati già coperti assicurativamente, altra o altre tessere riscuotendo la quota di euro 5,00 che verrà versata alla cassa dei Responsabili Provinciali.

L’assicurazione si intende estesa alla Responsabilità civile del Tesserato per i danni che possa involontariamente causare durante il percorso dalla propria abitazione al luogo dove si svolge il raduno, la manifestazione o la partenza della gara, gita, allenamento, corso, riunione, mediante l’utilizzo di qualsiasi mezzo, esclusi mezzi aerei o subacquei e i veicoli o natanti soggetti all’obbligo assicurativo di cui alla legge n. 990/69, e durante il relativo ritorno.

I danni causati, per responsabilità del Tesserato ACSI Ciclismo, a soci, motostaffettisti, direttori di organizzazione, dirigenti, giudici, direttori di gara, direttori sportivi e ad appartenenti al servizio d’ordine, anche se non Tesserati ACSI Ciclismo, sono coperti dall’assicurazione purché gli stessi non risultino partecipanti alla gara. In ogni caso sono esclusi i danni alle biciclette. Ai fini dell’assicurazione di Responsabilità Civile verso Terzi dei Tesserati ACSI Ciclismo non sono considerati terzi il coniuge, i genitori e i figli del tesserato ACSI Ciclismo partecipante nonché qualsiasi altro parente o affine con lui convivente. Non sono inoltre considerati terzi tra loro i tesserati ACSI Ciclismo durante la partecipazione a gare, manifestazioni sportive di qualsiasi genere o nel corso di allenamenti congiunti, esclusi in ogni caso i danni alle biciclette.

I limiti territoriali per la polizza di Responsabilità Civile sono:

  • per i cittadini stranieri e per i cittadini italiani residenti all’estero, l’assicurazione è prestata unicamente durante manifestazioni, raduni, gare, gite, allenamenti, corsi, riunioni e assemblee che si svolgono in Italia;
  • per tutti gli altri Tesserati, cioè per i cittadini italiani residenti in Italia, l’assicurazione è prestata in tutto il mondo durante la loro partecipazione a manifestazioni, raduni, gare, gite, allenamenti, corsi, riunioni e assemblee, anche se organizzati da Società o Enti esteri.

 

RESPONSABILITA’ CIVILE VERSO TERZI DELLE SOCIETA’ AFFILIATE

L’assicurazione, attivata dalle ore 24 del giorno dell’affiliazione, è prestata per la Responsabilità Civile derivante, ai sensi di legge, all’Assicurato quale organizzatore di manifestazioni, gite, raduni e gare per Amatori e Cicloturisti. Sono compresi i danni causati a terzi da Polizia, Carabinieri, Vigili Urbani e appartenenti al servizio d’ordine anche se non Tesserati ACSI Ciclismo, ma comandati al servizio d’ordine dall’Assicurato, che nella sua qualità di Società Affiliata ACSI Ciclismo ha organizzato la manifestazione, esclusi in ogni caso i danni soggetti alla Legge n. 990/69.

L’assicurazione vale anche per la Responsabilità che eventualmente venisse attribuita alla Contraente per fatto di una Società Affiliata.
L’assicurazione vale per i danni che avvengono nel territorio della Comunità Europea.

Ai fini dell’assicurazione della Responsabilità Civile, non sono considerati terzi: il legale rappresentante della Società Affiliata ACSI Ciclismo, il coniuge, i genitori, i figli dello stesso, nonché qualsiasi altro suo parente o affine con lui convivente. I Tesserati ACSI Ciclismo non sono considerati terzi nei confronti della Società solo per il danno alle cose.

 

POLIZZA RCT PER SOCIETA’

Massimale di € 6.000.000,00 unico – franchigia € 300 per società salvo franchigie superiori previste dalle single garanzie/clausole.

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com